Consigli da un’ex libraia: Fanculopensiero di Maksim Cristan

Il racconto prende le fila nella Croazia del libero mercato, poco dopo il crollo del generale Tito. Maksim Cristan è un giovane imprenditore di successo, possiede due appartamenti, una collezione di automobili di lusso e veste esclusivamente Calvin Klein.

Lo seguiamo in giro per i suoi appuntamenti di lavoro fino a Zagabria. Sarà lì, nel mezzo del traffico intasato, che lo perderemo. Perché Maksim decide di lasciare tutto, improvvisamente, cominciando a seguire i fili di un destino apparentemente (o forse del tutto) folle, cercando di dare una risposta alla domanda che gli salta improvvisamente in testa: “Che cosa vorrei fare più di ogni altra cosa?”.

La soluzione è molteplice e passa attraverso un viaggio, che quasi per caso lo porta in Italia, a Milano. Qui, un nuovo inizio con nuovi posti da abitare, nuovi amici, un nuovo lavoro: la strada, i passanti, la scrittura.  

Fanculopensiero è la vera storia di un giovane uomo che cerca di ascoltare i suoi bisogni più profondi fino a spaventarsi di se stesso, ma scoprendo sempre nuove risorse, tra le quali spicca ricca e fluida la parola scritta. E’anche la storia di una parte di mondo che tanti ignorano: la strada, perché fatta di nostalgia e disperazione in superficie, ma ricca di storie, sorprese e certamente più viva della vita ordinaria. Maksim con disincanto e coraggio ci aiuta a scavare in questa realtà.

Scheda:

Titolo Fanculopensiero

Autore: Maksim  Cristan

Editore: Feltrinelli

Collana: Serie bianca

Prezzo: euro 13,00

Anno: 2007

Estratto:

Fanculopensiero.
Forse non si può dire.
Forse somiglia più a uno slogan che al titolo di un libro.
Forse dà fastidio.
E poi quelle parentesi. Perché?
Ma vi è mai capitato di inseguire un obiettivo e di scoprire che avete impegnato tutte le vostre forze invano, perché quello che cercavate era altrove?
Vi siete mai aggrappati all’orgoglio e all’ambizione finendo per ferire voi stessi e le persone che amate?
Quante volte avete dovuto ammettere che fuori dal cerchio del vostro io non capite granché e giurate, mentendo, di aver cercato una strada negli altri e con gli altri?
Ora fermatevi, smettete per un attimo di fare quello che state facendo, appoggiate per terra questo libro e chiedetevi: “Cos’è che in questo momento vorrei fare più di ogni altra cosa?”.
E fatelo.

Biografia dell’autore

Il blog di Maksim

Flavia Castelli

Share


I commenti sono chiusi ma puoi lasciare un trackback dal tuo sito.